ELSA: Energy Local Storage Advanced system

ELSA sviluppa e realizza un sistema innovativo che integra batterie “second life” a basso costo con soluzioni di energy storage (dirette e indirette) quali accumulatori di calore, demand-side management, fonti rinnovabili intermittenti.

L'integrazione di sistemi di storage distribuiti di piccole e medie dimensioni può aumentare di molto la flessibilità delle reti di distribuzione operative, consentendo così di realizzare soluzioni per le smart grid quali: il bilanciamento locale tra domanda e offerta, la risoluzione dei problemi di congestione, la riduzione dei picchi di consumo e l'integrazione di fonti rinnovabili.

Tuttavia, oggi in commercio sono disponibili ben pochi sistemi decentralizzati di Energy Storage che siano tecnologicamente maturi e accessibili nei prezzi. Inoltre, i modelli di business e il quadro giuridico-normativo di riferimento sono ancora troppo poco sviluppati.

L'idea centrale del progetto ELSA è quella di sviluppare e sostenere il paradigma “Storage-as-a-Service” sia per l'ottimizzazione della gestione dell'energia a livello locale (rivolgendosi quindi ai responsabili di edifici e distretti), sia per le operazioni di rete avanzate (rivolgendosi ai Distribution System Operator - DSO).

ELSA si basa su tecnologie di storage di tipo TRL> = 5 (close-to-mature) mettendole in relazione, e integrandole, con sistemi di Energy Management basati sull’ICT e finalizzati  alla gestione e al controllo dei carichi locali, alla generazione di risorse di storage reali o virtuali, singole o aggregate (per es. domanda/risposta in edifici, distretti e reti di distribuzione).

Nel corso del progetto sono stati studiati e sviluppati modelli di dati in grado di garantire l'interoperabilità tra edifici-distretti-DSO e modelli di business innovativi abilitati dal nuovo paradigma "as-a-service" dell’Energy Storage.

Nel progetto, le diverse configurazioni del sistema di Energy Storage sono testate attraverso sei diversi siti pilota, corrispondenti  a diversi requisiti e a diverse specifiche di storage richieste.

Il progetto analizza anche i problemi legati alla sicurezza e al “gradimento sociale” delle nuove applicazioni. Tutti gli stakeholder dell’ecosistema energetico sono coinvolti nella validazione tecnica, economica e ambientale al fine di supportare la riproducibilità a livello europeo dei concetti chiave di ELSA, di preparare il terreno per future implementazioni delle tecnologie risultanti dal progetto, e di fornire un contributo alla regolamentazione del quadro di applicazione normativa delle nuove tecnologie.

ELSA è un consorzio europeo che riunisce 10 partner internazionali (tra cui Engineering) in rappresentanza di 5 Paesi (Francia, Germania, Irlanda, Italia e UK).

www.elsa-h2020.eu