ProtectID

ProtectID - Processi e tecnologie innovative per la protezione delle identità digitali in rete

ProtectID fornisce agli attori coinvolti nella catena di gestione dei dati personali modelli e strumenti di supporto per affrontare le sfide legate alla privacy delle identità digitali.

La trasformazione digitale sta coinvolgendo sempre più aspetti della nostra esistenza, è un processo in continua evoluzione. Una crescente capacità di innovazione si rileva necessaria in un contesto caratterizzato dall'importanza di essere sempre connessi, dal passaggio di una logica basata su prodotto a una logica di servizio e alla costante mutevolezza del panorama competitivo. E in quest’ottica, la privacy e la gestione delle identità si delineano come temi centrali.

Oggi ognuno ha la possibilità di vivere più vite in parallelo, nel mondo reale così come nel virtuale. Ciò che si osserva è l'aumento delle interazioni tra questi due mondi e la capacità  di accedere a informazioni reali attraverso servizi web. Pertanto, la gestione della protezione delle identità digitali e dei dati personali presenti in rete ha effetti, in maniera sempre crescente, anche all’ambito reale: la violazione della privacy può avere come effetti collaterali reati come diffamazione, cyberstalking, danni economici, ecc.

ProtectID si inserisce in tale cornice e mira a fornire, attraverso l'utilizzo di modelli esistenti ed evidenze derivanti dalle sperimentazioni effettuate nell’ambito del progetto, un insieme di modelli e strumenti (toolkit). Obiettivo finale è supportare gli attori coinvolti nella catena di gestione dei dati personali, permettendo loro di affrontare le sfide legate alla privacy delle identità digitali, sia nel contesto attuale, sia nelle sue prossime evoluzioni.

Il progetto mira a gestire le minacce relative a una potenziale violazione dell'identità digitale, trasformando queste in opportunità nel generare fiducia in chi il dato lo detiene. ProtectID garantisce:

  • un livello di sicurezza elevato nel trattamento delle informazioni personali (confidenzialità, integrità, riservatezza);
  • un controllo diretto sui dati che consente di rivelarli solo ai giusti destinatari e solo nelle circostanze desiderate (privacy-enhancing),
  • l'esposizione della minima quantità di informazioni necessaria ad eseguire una transazione, proteggendo in tal modo i dati da potenziali utilizzi illeciti.

Il consorzio è costituito da Engineering Ingegneria Informatica SpA - coordinatore di progetto -, Poste Italiane, Resiltech, ICT SUD, Alkemy.