Engineering: leader della Digital Transformation

Si è chiuso con successo il Global FIWARE Summit 2019, per la prima volta in Italia, a Genova

Si è chiuso con successo il Global FIWARE Summit 2019, per la prima volta in Italia, a Genova

La piattaforma open source FIWARE, nata dalla collaborazione dell’ecosistema IT europeo, è sempre più riferimento nel mondo: annunciato l’ingresso dell’indiana Trigyn Technologies Ltd come nuovo Platinum Member della Fondazione.

Genova, 23 maggio 2019

Assegnati i premi ai vincitori dell’Open Innovation City Hackathon per le due competizioni 4ALL e 4SCHOOL.

Si è chiuso con successo il Global FIWARE Summit 2019, svoltosi per la prima volta in Italia, al Porto Antico di Genova, nelle giornate del 21 e 22 maggio.
In centinaia tra sviluppatori, aziende pubbliche e private, ricercatori e studenti hanno seguito due giorni ricca di panel, demo, interventi e tavole rotonde sui quattro temi verticali di sviluppo che ruotano attorno al mondo FIWARE (Smart Cities, Smart Industry, Smart Agrifood, Smart Energy) e delle tecnologie abilitanti, come Blockchain, AI, Data Usage Control, IoT.

Il Sindaco di Genova Marco Bucci inaugurando il Summit: “Sono molto contento di ospitare questo importante appuntamento. A Genova, per storia, siamo storicamente degli esploratori. Con lo stesso spirito oggi abbracciamo la tecnologia FIWARE con l’intenzione di agire da facilitatori per consentire ad aziende consolidate così come alle giovani, a imprenditori, professionisti, studenti, cittadini e alla Pubblica Amministrazione di poter accedere a strumenti e servizi che gli permettano di raggiungere i loro obiettivi“.

FIWARE è la piattaforma open source indipendente che fonda la sua origine in un importante programma di collaborazione europea tra pubblico e privato avviato nel 2009 e che ha raccolto complessivamente 500 milioni di investimenti. Nel 2016, il valore generato dalla ricerca ha portato - grazie al supporto di quattro soci fondatori attivi in Europa tra cui l’italiana Engineering - alla costituzione della Fondazione FIWARE, un’iniziativa di mercato che segue le linee guida e i principi definiti dal programma europeo dando accesso libero e gratuito a tutti gli attori dell’ecosistema IT. Da allora FIWARE è cresciuta fino ad affermarsi quale piattaforma aperta e standard a livello globale per lo sviluppo di applicazioni digitali su cui basare nuovi modelli di gestione di business e servizi, privati e pubblici.

Centinaia di applicazioni per le città (parcheggi, qualità dell’aria, bike sharing), per l’industria 4.0, per l’energia e per l’agricoltura di precisione sono oggi in produzione in tutto il mondo grazie a FIWARE. Le tecnologie FIWARE sono state formalmente adottate dalla Commissione Europea come uno degli elementi costituenti per lo sviluppo della politica di digitalizzazione. Queste le caratteristiche che continuano ad attirare nuovi partner da tutto il mondo, come la società indiana Trigyn Technologies Ltd, il cui ingresso in qualità di nuovo Platinum Member della Fondazione è stato annunciato proprio nel corso del Global FIWARE Summit.

Commentando il nuovo ingresso Ulrich Ahle, CEO della Fondazione FIWARE ha dichiarato: “L’ecosistema FIWARE sta rapidamente crescendo su scala globale. Con il suo ambizioso programma 100 Smart Cities l’India è un’area in cui FIWARE può generare enorme valore e siamo particolarmente lieti dell’ingresso di Trigyn Technologies che agirà come partner della Fondazione non solo in India ma su scala Internazionale”.

Paolo Pandozy, CEO di Engineering, tra i soci fondatori della Fondazione, ha aggiunto: “Poter ospitare il Global FIWARE Summit in Italia, in particolare a Genova, è stato molto importante. Per noi che abbiamo contribuito alla nascita della Fondazione è una grande soddisfazione veder crescere la piattaforma così rapidamente e con sempre più elevati standard qualitativi. Un esempio chiaro e virtuoso di come la collaborazione tra imprese europee disposte ad unire le forze in un’ottica di tecnologie e modelli di business aperti possa creare per tutti opportunità di crescita rimettendo al centro la capacità competitiva dell’Europa nel settore IT anche rispetto alle affermate piattaforme dei grandi colossi americani e asiatici”.

In chiusura dell’evento, la Giuria ha assegnato i premi ai progetti vincitori dell’Open Innovation City Hackathon, la competizione nata per accompagnare l’arrivo del Summit in Italia su iniziativa di: Comune di Genova, FIWARE Foundation, Università degli Studi di Genova, Regione Liguria, Hub2Work e Liguria Digitale. Partner dell’iniziativa sono Confindustria Genova e Engineering.
Vera e propria maratona di innovazione ha chiamato a raccolta più di 100 protagonisti della città che hanno sviluppato 15 progetti su servizi e applicazioni per Genova e i suoi cittadini, nei tre ambiti di sfida legati alla città: Blue economy, Silver economy e Hi Tech.

Per la 4All Hackathon, dedicata a persone fisiche (studenti universitari, ricercatori, professionisti, operatori, cittadini), i progetti selezionati dalla Giuria a cui vanno i premio di 2.000 euro in buoni acquisto, offerto dal Comune di Genova, e uno stage ad ogni membro del team presso Engineering, Liguria Digitale e FIWARE Foundation, sono:

Categoria Blue Economy: See from the Sea - Antonio Galletta, Alessio Catafalmo, Valeria Lukaj e Francesco Martella hanno proposto un servizio innovativo per personalizzare l'esperienza di viaggio dei crocieristi, fornendogli uno strumento digitale facile da utilizzare per pianificare un itinerario turistico a terra già a bordo della nave da crociera. Sulla nave verranno utilizzati totem multimediali interattivi che mostrano i Point Of Interest presenti nella città di interesse.

Categoria Silver Economy: Connettiamoci! - Teodora Trapani e Martina Silani hanno ideato un social network semplificato e specifico per anziani, inizialmente rivolto in esclusiva a case di riposo italiane, che nasce con lo scopo di far comunicare gli ospiti di queste con ospiti di altre case di riposo, al fine di farli sentire meno soli.

Categoria High-tech: ICARP - Mohamad Alameh e Hassan Mokalled hanno proposto una piattaforma di raccomandazione sensibile al contesto che ha lo scopo di creare un'esperienza unica, sia per i turisti che per i cittadini attraverso un sistema di raccomandazione intelligente.

Per la 4School Hackathon, aperta a team di studenti delle scuole superiori organizzati dai loro docenti, il progetto selezionato dalla Giuria a cui va il premio di 2.000 euro in buoni acquisto, offerto da Engineering, è:
On the boat una mobile App che consente di noleggiare barche con guide turistiche, maestri di pesca e opportunità di soggiorno a bordo.

E’ stato inoltre consegnato un premio speciale della giuria al progetto Silver City, anch’esso premiato con 2.000 euro offerto dalla FIWARE Foundation. Carlo Adornetto, Sara Martino, Gloria Sardo e Gaia Stefanelli hanno vinto con il progetto Silver City, un’applicazione mobile con la quale è possibile condividere informazioni, creare eventi o inserzionare servizi (a pagamento o gratuiti) di utilità per il cittadino, proponendo un metodo di integrazione sociale per persone della terza età.

Infine, come premio speciale, 9 Engineering bikes sono state assegnate a:

  • 3 studenti vincitori dell’hackathon 4School (CNOS FAP Don Bosco)
  • 4 studenti del progetto “old UP” sulla Silver economy della Scuola Gastaldi-Abba e CNOS FAP Don Bosco
  • 2 studenti dell'Istituto Gastaldi Scuola Gastaldi-Abba. 

 

Contact us

Ufficio Stampa
comunicazione_immagineaziendale@eng.it
Tel. (+39) 06-87591